La Terra dei Carlone Arte Barocca tra Genova e l'Oltregiogo

Domenica 08 Settembre - Ore 21.00

Abbazia di San Remigio, “Con il tempo, sai / Avec le temps”

Massimo Cotto e Piero Sidoti, dedicato a Gianmaria Testa, in collaborazione con il Festival Attraverso

 

Ci sono città che hanno mille luci e altre che hanno solo una lanterna, ma le cui musiche si muovono sui medesimi binari, quelli della canzone d’autore. Parigi e Genova sono “una stella nella sera” e “un’idea come un’altra”, solo più bella e con tutte le note del mondo.

Avec le temps / Col tempo, sai rilegge, tra musiche e parole, le pagine più belle della chanson e della scuola genovese, attraverso le interpretazioni di Piero Sidoti e i racconti di Massimo Cotto, ma dietro ci sono anche il pensiero, la musica e la sensibilità di Gianmaria Testa.

Questo non è un reading come un altro, bisogna dirlo subito, la storia che c’è dietro è complicata, ma bella, ed è una storia di dolore, ma anche d’amore. Più o meno tre anni e mezzo fa, prima che Gianmaria Testa si ammalasse, c’era un progetto che si chiamava “Col tempo, sai/Avec le temps”. Doveva essere un vero e proprio spettacolo teatrale e coinvolgeva Massimo Cotto (giornalista e scrittore); Gianmaria Testa che con la Francia aveva, si sa, un rapporto privilegiato e il pianista jazz Roberto Cipelli.

Il nucleo fondante era dato dal rapporto tra gli chansonnier francesi (Brel, Brassens, Ferré, ecc.) e i cantautori italiani (De Andrè, Bindi, Lauzi, Conte, Tenco, ecc.), tra Parigi e Genova. Il progetto era già in fase molto avanzata, poi Gianmaria si è ammalato improvvisamente e si è bloccato tutto. Mai, neanche per un secondo, si è pensato che il progetto contasse più di chi lo faceva, immaginando una sostituzione. Massimo Cotto e Paola Farinetti hanno ripensato tanto, in questi anni, a questo progetto mai nato con nostalgia e rimpianto. E’ stato chiaro da subito che non avrebbe mai più potuto essere come lo si era immaginato all’inizio, ma al tempo stesso era un peccato lasciare quel copione e quelle storie che continuano a essere così vive in un cassetto. Così è venuta fuori l’idea di un reading, semplice semplice.

In poco meno di due ore scorrono le immagini in bianco e nero della rive gauche esistenzialista di Saint Germain-des-Pres. E poi, Faber e tutti gli altri, che hanno cantato Genova per noi che stiamo in fondo alla campagna, e la Parigi che non smette di brillare anche quando si addormenta. Uno spettacolo per (ri)scoprire chi erano e ricordarci chi siamo.

 

Ingresso a pagamento - € 10,00

Prevendita: info@oltregiogo.eu

Eventi Capriata d'Orba Voltaggio San Cristoforo Tassarolo Francavilla Bisio Basaluzzo Carrosio Arquata Scrivia Gavi Parodi Ligure Grondona

Associazione Oltregiogo - Via Andrea Doria, 49 - 15075 Mornese (AL)

C.F. : 90014310065

 

© 2013 - 2019, Associazione Oltregiogo

Realizzazione: MTpromo di Caielli Andrea

La Terra dei Carlone Arte Barocca tra Genova e l'Oltregiogo
Parodi Ligure
La Terra dei Carlone Arte Barocca tra Genova e l'Oltregiogo
Parodi Ligure
La Terra dei Carlone Arte Barocca tra Genova e l'Oltregiogo
Parodi Ligure